Alceste de Ambris

Rivoluzionario, giornalista e parlamentare italiano Alceste de Ambris è stato uno dei principali protagonisti dell’impresa fiumana.

Fu nominato dal Comandante come suo nuovo Capo di Gabinetto nel Governo della Città, ma non solo, per d’Annunzio elaborò la famosa “Carta del Carnaro”, la innovativa costituzione poi trascritta in prosa letteraria dal Poeta.

Moderna e rivoluzionaria la costituzione della “Reggenza italiana del Carnaro” prevedeva numerose novità in ambito giuridico, venne introdotto il suffragio universale e venne data molta importanza alle forme di democrazia diretta.

De Ambris, incarnazione dello spirito socialista dell’impresa fiumana, rimarrà al fianco di d’Annunzio fino ai tragici eventi del “Natale di sangue”, serbando per tutta la vita la passione e l’affetto verso il Comandante e la causa fiumana.

Morì improvvisamente in territorio francese il 9 dicembre 1934, solo nel 1964 le spoglie di De Ambris furono traslate in Italia: ora è sepolto a Parma nel cimitero della Villetta.

Riferimenti bibliografici

Enrico Serventi Longhi, Alceste De Ambris: l’utopia concreta di un rivoluzionario sindacalista, Milano: Angeli, 2011.

Renzo De Felice, Sindacalismo rivoluzionario e fiumanesimo nel carteggio De Ambris-D’Annunzio, Brescia: Morcelliana, 1966.

Fondazione Il Vittoriale degli Italiani
Via del Vittoriale 12 – 25083 – Gardone Riviera
Tel. +39 0365 296511 – CF 87001410171
info@vittoriale.it

Fiume - © 2019 Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Privacy Policy