Piero Belli “La notte di Ronchi”

Piero Belli fu corrispondente del Popolo d’Italia e pieno di ammirazione per d’Annunzio, durante l’impresa fiumana seguì da vicino, passo per passo, lo svolgersi dell’occupazione della città Adriatica. “La notte di Ronchi” è un resoconto molto dettagliato dell’Impresa di Fiume e nello specifico della “Marcia di Ronchi” momento importantissimo da cui prese piede l’intera impresa fiumana. Durante i giorni dell’occupazione dannunziana Piero Belli inviò numerosi articoli al Popolo d’Italia, cronache degli eventi nella «Città di vita». Ne risulta un’opera piena di dettagli, come l’episodio dei camion che dovevano servire ad entrare in città riportato in tutte le sue sfaccettature emotive e umane. Piero Belli fu un convinto legionario devoto alla causa e in ogni pagine questo sentimento emerge in maniera chiare e forte, aveva ben compreso il carattere mistico che d’Annunzio aveva voluto dare alla sua impresa e rimase al suo fianco fino a quando poté. Citiamo due brevi righe che riassumono il carattere e la portata dell’idea dannunziana:

Fu concepita come in un sogno. Fu intraveduta nel fulmineo istante di una risoluzione suprema. Nacque come una idea che prorompe in un grido. Non fu né discussa né elaborata. Si profilò nella brevità stessa di un gesto di irrefrenabile collera. E venne al mondo tutta sola nel cranio di un uomo assolutamente isolato.

Fondazione Il Vittoriale degli Italiani
Via del Vittoriale 12 – 25083 – Gardone Riviera
Tel. +39 0365 296511 – CF 87001410171
info@vittoriale.it

Fiume - © 2019 Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Privacy Policy