Fiume: una storia a fumetti

Come sappiamo le vicende storiche dell’Impresa di Fiume hanno ispirato tantissimi studiosi ed artisti nel corso del tempo; nel 2018 Carlo Sicuro, Manlio Bonati, Yildirim Örer e Mauro Vecchi si sono impegnati per creare una storia a fumetti dell’Impresa fiumana dando vita attraverso le tavole in bianco e nero alle atmosfere che animavano la «Città di Vita».

Dalla prefazione dell’opera:

“Attraverso la realizzazione del contesto con immagini paesaggistiche, la modulazione delle espressioni dei personaggi e l’essenzialità del linguaggio, il lettore si sente virtualmente partecipe alla vicenda che in quel particolare modo viene descritta e narrata.

È tuttavia certo che il fumetto non è un “moyen a tout faire”, ossia una modalità di espressione buon a rappresentare tutto e ogni cosa.

Tutto ciò che è pensiero, concetto, in una parola le astrazioni, sfuggono ad una rappresentazione fumettistica. Ridurre in termini cinematografici o in immagini fumettistiche, categorie astratte quali la morale, il bene, il male ed altri concetti filosofici è impossibile.

Il fumetto non è per le avventure del pensiero. Il fumetto è invece straordinario strumento per narrare e rappresentare storie avventurose. Lo strumento è così valido ed efficace che si inventano appositamente le più disparate avventure: non ci sono limiti.

Ma torniamo a Fiume. Qui non c’è bisogno di inventare nulla perché tutta la vicenda è vera e autentica. Anzi, la molteplicità degli accadimenti è così particolare e varia che nessun autore, neanche il più fantasioso, avrebbe potuto immaginare. Si è trattato quindi di riprodurre in termini grafici, eventi, personaggi e situazioni che gli artisti Mauro Vecchi e Yildirim Örer hanno interpretato dando forma all’opera del ricercatore storico, soggettista e sceneggiatore Manlio Bonati.

Tutto l’elaborato trova quindi supporto da documentati riscontri storici, anche se, è doveroso dirlo, ci sono modestissimi spazi dove gli autori, si sono presi licenza di rappresentare situazioni che, se anche non vere, appartengono sicuramente alla categoria del verosimile. Per tutte, ma ce ne sono pochissime, valgano le tavole dove il Comandante viene interrotto mentre sta consumando un momento di meritato…relax.

Tutti coloro che hanno contribuito alla stesura di questa particolare realizzazione hanno l’ardire di pensare e sperare che all’IMMAGINIFICO non sarebbe dispiaciuta.”

Con estremo dispiacere annunciamo che due giorni fa il 17/06/19 il fumettista Manlio Bonati ci ha lasciato : E’ morto Manlio Bonati

Fondazione Il Vittoriale degli Italiani
Via del Vittoriale 12 – 25083 – Gardone Riviera
Tel. +39 0365 296511 – CF 87001410171
info@vittoriale.it

Fiume - © 2019 Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Privacy Policy